Centro Veterinario ZAR

Centro Veterinario ZAR

Archive for dicembre, 2011

ARGO: PRIMI DI LUGLIO

28 dic 2011 By zar

dopo pochi giorni ho iniziato a muovermi in acqua. Non riuscivo a nuotare e nemmeno a star dritto, ma con l’aiuto del giubbotto restavo a galla e tentavo i primi movimenti con le zampe anteriori. Trascorsi una decina di giorni riuscivo ad alzare il collo da solo e, a terra, avevo maggior stabilità… mancava però ancora tanto da fare: eravamo solo all’inizio!

ARGO: LUGLIO 2011

14 dic 2011 By zar

ottenuta l’autorizzazione ( in tempi di record!), l’8 luglio sono stato caricato in macchina e portato in riva al mare.Non capivo cosa stesse succedendo: la mia P.T. mi ha fatto indossare un giubbino da salvataggio, ha allacciato tutte le cinghie, mi ha sollevato e messo in acqua! Ero praticamente un corpo morto, totalmente incapace di muovere gli arti. Ero sostenuto solo da quel giubbotto, costretto a tenere alzata la testa per non finire sott’acqua. il mio collo,che da settimane non riuscivo ad alzare ,  tutti i muscoli del collo, erano costretti a tenersi sù ! ma non riuscivo a muovermi. Lei si è avvicinata, mi ha abbracciato e ha preso le zampe tra le mani e ha iniziato a muoverle. movimenti passivi che, senza il suo aiuto, da solo non riuscivo a fare… ecco come ho cominciato la riabilitazione in acqua: in condizioni disperate!!!

un pò per la malattia, un pò per le settimane di inattività, i miei muscoli erano andati incontro ad una forte atrofia. In quelle condizioni era quasi impossibile farmi camminare. In Clinica si attrezzarono con un carrello e un’imbracatura, ma i miei deficit erano troppo gravi e non riuscivo nè a muovermi e neppure a tenermi sulle zampe.. non riuscivo neanche ad alzare il collo e a mangiare………….

è così che Giusy, la mia “Personal Trainer” e Direttore della Clinica, decise di sfruttare l’acqua  del mare e il terreno morbido della sabbia per iniziare la riabilitazione.L’acqua salata infatti facilita il galleggiamento e, in un caso come il mio, è fondamentale per poter compiere i primi movimenti. A Giulianova però, vige una severa ordinanza comunale che vieta la balneazione ai cani. Il Centro Veterinario ZAR ha quindi fatto istanza e ottenuto un’autorizzazione speciale apposta per me. Ho avuto quindi un tratto di spiaggia libera dove potermi allenare tutti i giorni: in acqua e sulla sabbia.

ARGO: GIUGNO 2011

12 dic 2011 By zar

Dopo l’intervento nessuno sapeva cosa sarebbe successo. Il mio caso è praticamente unico al mondo. La malattia non è comune e nessuno, al posto della mia veterinaria, ormai diventata  proprietaria, avrebbe mai tentato. Ma per Giusy valeva la pena provare, seppure cosciente che le probabilità che io tornassi “normale” erano scarse, ha chiesto al dott. Corlazzoli un altro estremo tentativo per salvarmi. Il primo mese dopo l’operazione è stato terribile. Un edema generalizzato mi costringeva a stare fermo e perchè io non avessi dolore mi venivano somministrati farmaci, potenti antidolorifici. Faceva caldo e avevo paura di essere lasciato solo… non potendo muovermi non sapevo come tenere d’occhio la mia nuova padrona… e l’impossibilità di seguirla mi spaventava. ma mi sono accorto ben presto che lei non aveva affatto intenzione di lasciarmi lì sdraiato per terra: iniziavano così i miei primi esercizi.. e cominciai a capire che Giusy era diventata anche la mia “personal trainer” !

ARGO: MAGGIO 2011

10 dic 2011 By zar

a maggio, quando oramai ero pronto per il ritorno a casa,  si sono ripresentati i sintomi di una nuova tetraplegia, Stavolta più accentuati a destra , il lato opposto a quello colpito sei mesi prima. una seconda risonanza ha messo in evidenza la formazione di un’altra cisti, più grande della precedente. A quel punto, la  veterinaria diventava anche la mia proprietaria e, in quanto tale, ha deciso di tentare con un secondo intervento. Stavolta molto più complesso e rischioso del precedente. Il dott. Corlazzoli ha accettato di fare un altro disperato tentativo per farmi tornare a camminare. Così alla fine di maggio sono stato operato. Un  intervento durato 4 ore, per effettuare un drenaggio che potesse impedire altre recidive. Mi aspettavano un lungo post operatorio e una lunga riabilitazione…

ARGO: 1 ANNO FA’

10 dic 2011 By zar

a novembre dell’anno scorso, nella Clinica Veterinaria Roma Sud, il dott. Daniele Corlazzoli ha eseguito un delicato intervento di neurochirurgia . Dopo circa 10 giorni ho iniziato nuovamente a rialzarmi in piedi. Sono rimasto ricoverato nel Centro Veterinario ZAR di Giulianova, dove il mio medico ha seguito la riabilitazione e in sei mesi ho recuperato quasi completamente la funzionalità di tutti e 4 gli arti. Ad aprile la mia veterinaria Giusy ha iniziato a reinserirmi nel campeggio dove avevo sempre vissuto e dove, però, la mia compagnia Ciaina ormai non mi accettava più.

IO SONO ARGO

10 dic 2011 By zar

 la mia vita è trascorsa in un campeggio della città in cui sono nato. Lì facevo il cane da guardia insieme alla mia compagna Ciaina, Un anno fà ho iniziato ad avere problemi nella deambulazione e nel giro di pochi giorni ho perso la capacità di muovermi. “Tetraplegico” così mi hanno definito i medici. Per diagnosticare la mia malattia sono stato portato a Roma per una risonanza magnetica che ha messo in evidenza la presenza di una cisti che comprimeva il midollo a livello delle vertebre cervicali. Questa compressione provocava una paralisi di tutti e 4 gli arti. L’unica terapia possibile era una chirurgia che rimuovesse la cisti, con una probabilità di riuscita del solo 40%. L’alternativa, per un cane preso per fare la guardia, e con un proprietario cieco e anch’esso impossibilitato a muoversi, era l’eutanasia… il mio medico curante ha deciso di tentare e di farmi operare.Ha proposto al mio padrone di occuparsi di me finchè fossi stato in grado di essere autonomo…e se non fossi tornato a camminare sarei rimasto con la mia dottoressa